il diario di Giuliana – 2a puntata.

6a giornata di quarantena.  Qui le giornate all’ospedale di Khorog mt 2200 passano lente, la struttura è classica dallo stampo ex regime sovietico, molto spartana ma confortevole. La maggior parte delle giornate sono soleggiate con vista sulle montagne afghane innevate, sì perché sono vicine aldilà del fiume che separa i due stati, Afghanistan e Tagikistan. Però noi siamo chiusi nelle …

Il diario di Giuliana

Dal General Ospital di Korogh (Tajikistan) le emozioni e i ricordi del Progetto Wakhan stanno passando nella mia mente. Ora sono qui a ricordare alcuni momenti emozionanti. Il lungo viaggio per arrivare a Sarhad-e-Broghil mt 3300 è stato meraviglioso tra strade tortuose, panorami mozzafiato su cime altissime del Little Pamir, cime che ti aprono il cuore di gioia, cime che …

Il diario di Annapaola

Dura la vita in Afghanistan! e per certi aspetti se fossimo in periodo di pace ancor più tra le alte montagne del Wakhan, ma data la situazione di questo paese, per quanto sia difficile vivere in quest’appendice di terra afgana, qui i talebani, gli atti terroristici e la guerra non arrivano. Sono vicini, ci dicono, poco a sud e ovest …

Un’idea, un progetto

L’idea del Wakhan Project non è spuntata in una notte di plenilunio, è cresciuta lentamente assemblando tasselli di pensieri, si è nutrita del sudore e della fatica che spremevo salendo le pendici del Noshaq. Ha trovato poi maturità nelle discussioni con gli amici più intraprendenti e sognatori. Ho visto cose che… No, questa è un’altra storia. Ho incontrato gente che …

Giochi per grandi

Lo scopo principale è sempre stato quello di formare i ragazzi alla pratica dello scialpinismo e alla conoscenza della neve ma anche la parte “esplorativa” è sempre stata tra i nostri obiettivi. Indagare le possibilità alpinistiche e scialpinistiche della regione per offrire nuove attrattive. E così, senza togliere tempo e dedizione all’insegnamento Giorgio e Michele si sono cimentati nell’apertura di …

COVID-19 un racconto per stare a casa

Mentre tutto qui è sospeso, in attesa di un qualcosa che nessuno sa bene cosa sia e quando accadrà, mi accanisco nel raccontarvi cosa avviene in questi giorni nel Wakhan, senza esserci e senza notizie. Ripercorro con le immagini dello scorso anno l’operare dei nostri amici. Tanto i cinema sono chiusi, i teatri pure, musei e piscine non se ne …

Marco Polo non aveva l’iphone.

Esiste ancora un luogo dove l’uomo non è ancora arrivato ad alterare lo scorrere del tempo e delle stagioni. Nel profondo del Wakhan Corridor non c’è segnale. Evviva! Per sapere come sarà il tempo domani si consulta il cielo e le stelle. Niente “app”. Ma noi smarriti in mancanza di connessione ci chiediamo cosa staranno facendo i nostri amici in …

La via per l’Oxiana

secondo giorno in terra Afghana e domani nel primo pomeriggio arriveranno a destinazione, Sharad. Qui termina la strada, oltre si va solo a piedi o a cavallo di quadrupedi di diverse fattezze. La strada da Ishkashim a Sharad è terribile, il viaggio faticoso ma ripagato dall’incredibile paesaggio. Qualche lodge carino e confortevole offre una gradita pausa. Dal ruolo di mamma …

Partire

Partire è uno stato mentale, mentre guardi le mappe, discuti di visti e orari, immagini le difficoltà, ti chiedi “ma la neve ghela?”…sei già partito. Comincia così il viaggio, si preparano gli zaini, si spartisce il carico, ultimi dettagli, dimenticanze, imprevisti famigliari, annotare le scadenze… E qualcuno nel backstage si occupa di conferenze stampa, articoli, trasporti, prossime serate, scherzi tra …